COPERTURA

TRE COPERTURE SOVRAPPOSTE

TRE STRATI DI IMPERMEABILIZZAZIONE

 

 

 

 

 

La copertura della zona abitativa è composto dalla seguente stratigrafia (a salire a partire dall’estradosso del solaio strutturale):

1. Guaina bituminosa elastomerica termosaldata da mm.4 con funzione di “freno vapore” opportunamente fissata al sottostante supporto (anche con eventuale uso di primer), sormontata e riportata sulle strutture verticali, camini o passaggi per una altezza definita dalla D.L;

2. Isolamento termico ed acustico in pannelli di polistirene espanso (EPS) a scelta della D.L. ad elevata resistenza a compressione per spessore complessivo di circa 24 cm;

3. Doppia orditura di listelli in abete grezzo fissati alla sottostante struttura di solaio ed interposti agli strati isolanti (punto 2) per altezza complessiva 12+12=24 cm circa ad interasse opportuno per il fissaggio del soprastante tavolato di cui al punto 4;

4. Tavolato grezzo prismato spessore massimo 23 mm. fissato ai listelli sottostanti e posato con idonei spessori o cunei in legno con minima pendenza indicata dal progetto e dalla Direzione lavori;

5. Impermeabilizzazione del tavolato e dei muretti perimetrali,  con applicazione di membrana elastomerica bituminosa spessore mm.4 con armatura poliestere composita con filamenti di vetro bidirezionale, applicata a caldo da personale specializzato tipo INDEX “Lighterflex Helasto” o similare a scelta della Direzione lavori;

6. Struttura costituita da listelli in abete grezzo, fissati meccanicamente al tavolato in legno sottostante con listelli inferiori paralleli alla pendenza del tavolato (per evitare eventuali ristagni d'acqua) con idonea sigillatura in corrispondenza dei fissaggi e listelli correnti in abete grezzo cm.5x6, o di dimensioni indicate dalla Direzione dei lavori, necessari all'ancoraggio delle lastre di copertura;

7. Sistema di copertura a giunto drenante tipo Drytec 550 (Centrometal),  o similare a scelta della Direzione lavori, in lastre di lamiera di lunghezza pari all'intera falda con canale di deflusso. Il sistema è costituito, quale descrizione di massima, da lastre in lega di alluminio naturale 5754 spessore 7/10 mm ad interasse 550 mm. su staffe Dryblock in poliammide PA 66 rinforzato al vetro 30% fissate alla struttura di cui al punto1 tramite viti mordenti per fissaggio su legno. Le lastre sono complete di trattamento anticondensa ed antirombo Drytec Antinoise; il sistema comprende tutti i pezzi speciali per fissaggio moduli fotovoltaico,  raccordi di falda/parete dentellato con profilo sopra onda, raccordi con corpi emergenti, raccordi con lastre sagomate, converse, displuvi, compluvi e scossaline muri secondo la disposizione della D.L.;